Archeologia industriale in Italia e svuotamento siti dismessi

Archeologia industriale in Itaila e svuotamento siti dismessi

Per archeologia industriale si intende un ramo dell’archeologia ben più nota, che però si focalizza sull’età industriale e quindi sugli ultimi trecento anni. Studia di conseguenza il processo di industrializzazione, le sue origini, i luoghi e le tecnologie dei processi produttivi e le tracce archeologiche che questi generano.

È una materia molto suggestiva che analizza un periodo che parte dalla seconda metà del diciottesimo secolo e arriva fino ai giorni nostri. Può, in qualche caso, anche focalizzarsi su alcune particolari forme industriali che si sono sviluppate prima della rivoluzione industriale. È inoltre una materia che si avvale, ovviamente, di altre discipline complementari per gli approfondimenti come l’architettura, l’ingegneria e la tecnologia.

L’archeologia industriale in Italia

La cosa entusiasmante è che ci sono molte persone, soprattutto fotografi, che amano visitare questi luoghi per scattare foto memorabili di luoghi abbandonati.

Nel nostro paese ci sono tanti siti importanti per l’archeologia industriale:

Il bacino carbonifero del Sulcis , una zona estesa situata nella parte sud ovest della Sardegna, molto nota per le miniere di carbone ormai dismesse.

L’ex Italsider di Bagnoli a Napoli, invece, si trova nella città ed è uno stabilimento siderurgico enorme, nato verso la seconda metà dell’800 e arrivato negli anni 70 del '900 a essere un sito davvero enorme, impiegando più di settemila dipendenti, fino però al suo progressivo smantellamento e dismissione del 1992. Il sito, molto esteso, è in attesa di recupero e riqualificazione.

Tra gli altri siti sparsi in tutta Italia possiamo ricordare il Gazometro romano, che è stato il gasometro più grande d’Europa, nella zona Ostiense di Roma.

Ancora, Crespi d’Adda, un vero e proprio villaggio operaio per il settore tessile e cotoniero, ideato da Cristoforo Benigno Crespi alla fine dell'Ottocento e poi dismesso, fino a diventare, però, Patrimonio dell’umanità dell’Unesco in quanto perfettamente conservato.

Infine, il Parco Dora, un parco post-industriale nato dove fino agli anni '90, a Torino, dove si trovavano i grandi stabilimenti di Fiat e Michelin.

Lo svuotamento dei siti dismessi

Quando un'impresa fallisce o cambia collocazione, risulta necessario svuotare i siti dismessi, con il relativo smaltimento dei rifiuti industriali presenti.

Eurocorporation, con un team di specialisti del settore, si occupa della completa gestione dei rifiuti presenti all'interno di immobili dismessi o chiusi per fallimenti o liquidazioni. Questa è un’opera molto delicata perché la squadra deve individuare i rifiuti presenti, prepararli per lo smaltimento e successivamente del trasporto logistico presso gli impianti dedicati.

Eurocorporation è a totale disposizione per lo sgombero di magazzini, capannoni e uffici.

Altre novità

Chi Siamo - Eurocorporation

Contattaci per un preventivo o un sopralluogo gratuito

Senza impegno, riceverai tutte le informazioni sui costi dei servizi a cui sei interessato.

Euro eurocorporation logo